PUNTO D’INCONTRO:
strada interpoderale – superstrada

Nel tratto della superstrada, in località “ Manco-Tenimento”, a qualche decina di metri prima di imboccare la prima galleria, e precisamente all’inizio del ponte, gli automobilisti provenienti da Crotone, dovendo raggiungere Santa Rania, possono svoltare a destra per immettersi poi sulla strada interpoderale “Pizzetto – Forestella”. La manovra semplice, facile non richiede particolare bravura, può essere eseguita, senza andare incontro a pericoli, anche da principianti patentati. Non è così, invece, quando si fa l’operazione opposta. Quando da Santa Rania, percorrendo sempre questa strada interpoderale, bisogna immettersi sulla superstrada per prendere direzione Crotone o San Giovanni in Fiore. E’ una manovra che richiede pochissimo tempo, sono sufficienti pochi minuti. Ma va eseguita con massima attenzione, con rigorosa cautela per sfuggire alle numerose insidie che si nascondono in quel punto d’incontro. L’entrata alla superstrada è regolata da un segnale che obbliga l’automobilista a fermarsi per poi ripartire lentamente, allungando il collo per assicurarsi, guardando a destra e a sinistra, che non provengono autoveicoli. L’atto di sporgersi con il corpo, il più possibile in avanti, è dovuto alla presenza di erbacce e di arbusti che limitano la visibilità rendendo la manovra di entrata alla superstrada assai pericolosa. Oltretutto in quel tratto rettilineo, in entrambi i sensi di marcia, chiunque lo percorre lo fa a velocità sostenuta. E nonostante questi pericoli nessuno si preoccupa di eliminare le erbacce e gli arbusti che crescono spontaneamente.
Ultimamente, un autista di Santa Rania che, ogni giorno per motivi di lavoro, percorre la strada interpoderale “ Pizzetto – Forestella”, munito di buona volontà e di un grande senso di altruismo, ha eliminato le erbacce e gli arbusti rendendo libero e visibile l’imbocco alla superstrada. Un gesto spontaneo che ha fatto senza che nessuno glielo chiedesse. Un gesto che è uno schiaffo morale sferzato sul viso di chi preposto sta a guardare senza fare nulla. Sul viso di chi ignora la pericolosità di quel punto d’incontro tra la strada interpoderale e la superstrada. Un tratto dove sono avvenuti tanti incidenti, alcuni gravi. Eppure nessuno interviene. Ma questo stato di cose non può restare così per altro tempo ancora.
Per il semplice fatto che questa strada interpoderale è diventata l’anello di congiunzione tra l’attività commerciale e Santa Rania. Non c’è camion che non percorre questa strada per raggiungere Santa Rania. E i camion che transitano, carichi di vari prodotti, sono veramente tanti. Intervenire, quindi, è un obbligo che rimandare alle calende greche è rischioso perchè potrebbe, in caso di incidente con morti, sollevare un polverone di responsabilità da cui uscirne sarebbe difficoltoso.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividi
error1
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.