A ridosso della più famosa fontana di S. Rania si trova una nota località denominata “Colle e ri grutti”. Una valle compresa tra due alture collinare. Non molto vasta, divisa da un solco che era, un tempo, il letto di un ruscello in piena d’inverno e quasi secco d’estate.  Sulla facciata di una delle due scarpate sono state scavate delle grotte di varie grandezze che fino a non molto tempo fa erano utilizzate come porcile dove i tanti cittadini di Santa Rania allevavano il loro maiale. Sull’altra metà della facciata, meno scoscesa, è stata scavata una sola grotta la cui entrata si immette su un terreno privato con un vigneto. L’altra parte, scoscesa e con presenza di massi, è alberata da piante tipiche della macchia mediterranea. Al termine della valle si trova il campo polivalente. Oggi potrebbe avere nuove destinazioni d’uso se a possederla fosse uno o massimo due proprietari.

Se ti è piaciuto questo articolo condividi
error1
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.