È TUTTO PRONTO PER IL CONVEGNO AMICI SAN ROCCO
Sabato prossimo, 21 maggio a Caccuri avrà luogo il convegno annuale Amici di San Rocco. Ad organizzarlo sono l’arciconfraternita Madre di San Rocco e l’associazione europea amici di San Rocco. Alla manifestazione saranno presenti gruppi , confraternite , comunità parrocchiali e comitati feste San Rocco Parroci e i sindaci . “Il pellegrinaggio, ha riferito fratel Costantino, è una pia pratica che accompagna da sempre la storia della Chiesa: è una forma  di preghiera  e di conversione personale e comunitaria. Evoca  il nostro cammino  sulla terra verso il cielo ( Homo viator). Per chi lo intraprende, il pellegrinaggio  è sicuramente un “tempo forte ” di rinnovamento, di riscoperta e di valorizzazione della fede, di stupore e di gioia di fronte alle meraviglie della Provvidenza. Il pellegrinaggio non si conclude  con il raggiungimento  della meta, ma diventa  una tappa per ricaricarsi,  per riprendere  con nuovo vigore e nuove energie spirituali  il dinamismo  della quotidianità nella famiglia, nella società, nella nostra stessa associazione e nella Chiesa. È strumento  di evangelizzazione e di impegno nella carità evangelica. Ce lo insegna in particolare San Rocco con la sua vita affascinante e straordinaria di pellegrino perfetto”.

Un evento atteso che Caccuri si appresta ad ospitare curando ogni particolare per far si che l’incontro si svolga nel migliore dei modi. E gli amici di San Rocco che verranno a Caccuri saranno sicuramente tantissimi. E a loro fratel Costantino si è rivolto “ Amici carissimi, come San Rocco intraprendiamo anche noi, il nostro pellegrinaggio giungendo nella bella terra di Calabria e nell’accogliente comunità di Caccuri, dove poter rinvigorire la nostra fede, perché il Signore ci dice che la santità è alla portata di chiunque, basta solo essere in sintonia con Dio Amore”.E certamente i pellegrini vivranno grandi momenti di preghiera in un giorno che resterà nella storia di Caccuri. “ Rivolgo, un caro saluto a Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Domenico Graziani vescovo della Chiesa particolare di Crotone-Santa Severina che come pastore e padre ci accoglie e ci esorta a vivere in pienezza la nostra fede. Un saluto ed un grazie al parroco don Vincenzo Ambrosio, all’amministrazione Comunale , al gruppo locale Amici di San Rocco di Caccuri e all’amico avv. Luigi Quintieri   e a tutte le persone di buona volontà che renderanno possibile questo nuovo incontro di fraternità e fede nel nome di San Rocco”. Poi ha esternato un augurio “ Che San Rocco, fulgido esempio di carità dinamica e di coerente fedeltà, attraverso il mio umile servizio di apostolato e la nostra Associazione che porta il suo glorioso nome, possa  incoraggiare  tanti devoti e cristiani  a intraprendere  con slancio un percorso di fede, speranza e carità.Papa Francesco ci ricorda che “Le forme proprie della religiosità popolare includono una relazione personale (…) con Dio, con Gesù Cristo, con Maria, con un santo e nel nostro specifico con San Rocco.  L’unica via consiste nell’imparare a incontrarsi con gli altri con l’atteggiamento giusto, apprezzandoli e accettandoli come compagni di strada, senza resistenze interiori. Meglio ancora, si tratta di imparare a scoprire Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste. È anche imparare a soffrire in un abbraccio con Gesù crocifisso quando subiamo aggressioni , ingiuste o ingratitudini, senza stancarci mai di scegliere la fraternità, la misericordia”.Ed è proprio questo che Fratel Costantino cerca di farci capire con il rinnovarsi di questi incontri: perciò non restiamo chiusi a questo suo nuovo invito.

Se ti è piaciuto questo articolo condividi
error1
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.