CONSIGLIERI DI MINORANZA: INTERROGAZIONE SULLA SITUAZIONE ATTUALE DELLA SECONDA POSTAZIONE MEDICA

Al  Sig. Sindaco del comune di Caccuri

oggetto: interrogazione sull’attuale situazione della seconda postazione medica.

I sottoscritti consiglieri comunali, considerata l’attuale statica vicenda della seconda postazione medica:
                                                                             Chiedono
alla S.V.  di relazionare, in forma ufficiale, sulla vicenda che vede coinvolti più di cinquecento cittadini, che attendono da mesi la definitiva assegnazione dell’assistenza sanitaria di base, in vista di un’iniziativa civica presso la direzione sanitaria dell’A.S.P. di Crotone.
Distinti saluti

Protocollata il 23/11/09                                                                                           Firma consiglieri

                                                                      Nicola Di Gioia - Silletta Luigi - Raimondo Vincenzo -Aiello Tommaso


 A proposito della seconda postazione medica………..

Il gruppo di minoranza considerando lo stato dei fatti  circa la seconda postazione medica, messa in discussione dalla soppressione prevista nel piano sanitario regionale  di rientro, è seriamente preoccupato per lo stato di precarietà in cui versano più di cinquecento assistiti, in prevalenza anziani. A tal proposito  chiede a tutta la cittadinanza di prendere atto del disagio creatosi in tutti questi mesi, e per il quale non si intravedono ancora soluzioni immediate e definitive. La salute dei cittadini è la base della vita collettiva; è dovere di tutti e di ciascuno salvaguardarla e preservarla. Per tali ragioni  promuove una manifestazione civica davanti all’A.S.P. di Crotone, per ottenere una soluzione definitiva che assicuri il mantenimento della seconda postazione medica.
Per aderire alla manifestazione è necessario fornire il numero esatto dei partecipanti, necessario per prenotare l’autobus.
Per info Aiello Tommaso cell 3284106593/3288376980

 

CONSIGLIERI MINORANZA:

INTERROGAZIONE SULLA SITUAZIONE ATTUALE
DELLA SECONDA POSTAZIONE MEDICA

linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb

MANIFESTAZIONE: TUTELA TERRITORIO E DIRITTO LAVORO

La CGIL e Legambientesila invitano tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione, per la tutela del territorio ed il diritto a lavoro, che si terrà sabato 28 novembre 2009 a Cosenza. Pertanto sono a disposizione dei pullman con partenza ore 8:00 da San Giovanni in fiore, è necessario comunicare il numero entro il 26/11/09.
Per info e comunicazioni Nicola Di Gioia cell 3288376980
linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb

INVITO ALLA CITTADINANZA

La Pro-loco é un'Associazione volontaria e apolitica, senza fine di lucro, che ha per suo unico scopo la promozione e la valorizzazione di tutte le risorse disponibili nel contesto in cui opera, per lo sviluppo del territorio e del turismo locale, attraverso pubblicazioni, promozione di prodotti gastronomici tipici, organizzazione d' eventi ecc. Il suo sviluppo ed il suo radicarsi nel territorio é legato essenzialmente all'attenzione che riuscirà a suscitare nei cittadini, che, come attori o spettatori, vivono, operano, frequentano i luoghi. La "Pro-loco di Caccuri” è pronta a fare la sua parte per rendere il nostro paese competitivo in tutte le attività turistiche, culturali, sportive e sociali, forte di un patrimonio unico che deve essere protetto, ma anche valorizzato. A causa della nostra recente costituzione, sono ancora poche le iniziative realizzate, alcune sono in cantiere ed altre ancora fanno parte di progetti (anche ambiziosi) da realizzare nel prossimo futuro, tutte mirate
verso un solo obiettivo: rendere Caccuri una meta ambita da visitatori. Tutti i soci partecipano attivamente alle attività della Pro-loco. Essi possono accedere ai vantaggi e alle convenzioni Pro-loco, in occasione di manifestazioni (viaggi, eventi vari, ecc…)promosse o organizzate da tutte le Pro-loco d' Italia. A questo proposito, le Pro-loco stesse propongono pacchetti completi fruibili ai soci. I viaggi sono studiati in particolare per adattarsi alle esigenze di alcune categorie di persone, ad esempio turismo sportivo, culturale, termale, per i giovani, per studenti e per la terza età. Questa lettera ha lo scopo di invitarti a diventare parte attiva di tale Associazione, invitandoti a partecipare alla riunione che si terrà venerdì
27 novembre, alle ore 21,00 presso la nostra sede, sita in via Convento (sede Fondazione terzo Millennio).
In attesa di Vs. gradito riscontro, invio cordiali saluti
Gianni Porcelli
INVITO PROLOCO - A TUTTA LA CITTADINANZA

La Pro-loco é un'Associazione volontaria e apolitica, senza fine di lucro, che ha per suo unico scopo la promozione e la valorizzazione di tutte le risorse disponibili nel contesto in cui opera, per lo sviluppo del territorio e del turismo locale, attraverso pubblicazioni, promozione di prodotti gastronomici tipici, organizzazione d' eventi ecc. Il suo sviluppo ed il suo radicarsi nel territorio é legato essenzialmente all'attenzione che riuscirà a suscitare nei cittadini, che, come attori o spettatori, vivono, operano, frequentano i luoghi.
linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb

Comunicato  gruppo di minoranza alla cittadinanza.

 In data 09/11/2009 è stata presentata richiesta per convocazione consiglio comunale sul problema discarica di Vetrano. In particolare si chiede al consiglio di prendere visione di una serie di documenti che classificano quel territorio come zona a protezione speciale, vincolo che impedisce di realizzare ed ampliare discariche, inoltre si sottolinea la  necessità di vigilare sui lavori di bonifica appena iniziati sui primi due lotti, perchè è importante che vengano eseguiti in modo da assicurare la tutela del territorio circostante in termini di emissioni di biogas e percolato anche durante il post attività dell’impianto, e cioè per i prossimi trenta anni. La proposta è di istituire una commissione consiliare che vigili sui lavori di bonifica.

 Interrogazioni su lavori pubblici:

 1)Depuratore Zifarelli: stato dei lavori e data di consegna dell’impianto

2)Impianti sportivi: stato dei lavori di ristrutturazione e data di consengna del campo di calcio.

3) Rete idrica: chiarimenti su gestione, manutenzione, ed eventuali ampliamenti e potenziamento della rete idrica.

Segue pubblicazione della richiesta integrale  

Il gruppo di minoranza

Al Sig Sindaco

       del comune di Caccuri

 Premessa:

 -l’emanazione dell’ordinanza  n 007742 del 5 marzo 2009,  del Commissario Delegato per il superamento della situazione d’emergenza nel settore dei rifiuti urbani in Calabria, che individua i lotti per la realizzazione di un nuovo sito di discarica, in località Vetrano.

 - L’esistenza di un vincolo ambientale  sui lotti identificati, classificati ZPS, ricadenti nel comune di Caccuri e di San giovanni in fiore- cfr a tal proposito CODICE SITO IT9320302.

 Considerato:

-Il D.M. 17 ottobre 2007, che  divieta la realizzazione di  nuove discariche e l’ampliamento di quelle esistenti in Z.P.S.

-L’inizio di attività di bonifica dei primi due lotti della discarica esistente, è la necessità di vigilanza sulle operazioni di messa in sicurezza, e la gestione post operativa.

 Delibera:

1)       Sulla salvaguardia dei confini della Z.P.S. interessando gli organi competenti, assessore all’ambiente della provincia di Crotone e Cosenza, della regione Calabria e il ministero dell’ambiente.

2)      Sul rispetto della normativa che regola le z.p.s, D.M. 17 ottobre 2007 articolo 5 paragrafo k,  divieta la realizzazione di nuove discariche e l’ampliamento in termini di superficie di quelle esistenti.

3)      L’istituzione di una commissione consiliare straordinaria prevista all’articolo 17 dello statuto comunale, che possa seguire i lavori di bonifica già iniziati e che si concluderanno con l’esaurimento del terzo lotto, in particolare è necessario sorvegliare sulla messa in sicurezza dell’intero corpo della discarica che nel post attività continuerà a produrre percolato, e biogas.Si rende necessario a tal proposito chiedere all’attuale gestore Vallecrati gli interventi strutturali da compiere sull’impianto esistente per ridurre al minimo emissioni di biogas visto l’assenza di impianti per la captazione.

4)      Sulla richiesta esenzione degli oneri previsti per lo sversamento dei rifiuti in discarica, per il comune di Caccuri,da formulare al commissario per il superamento dell’emergenza rifiuti in Calabria. In considerazione delle conseguenze ambientali prodotte dall’impianto sul territorio circostante e la vocazione agricola del territorio, impegnando tali proventi per la tutela e difesa del territorio comunale, e la fornitura di attrezzature per attività ricreative in aree verdi.

 

 

COMUNICATO  GRUPPO MINORANZA

 In data 09/11/2009 è stata presentata richiesta per convocazione consiglio comunale sul problema discarica di Vetrano. In particolare si chiede al consiglio di prendere visione di una serie di documenti che classificano quel territorio come zona a protezione speciale, vincolo che impedisce di realizzare ed ampliare discariche, inoltre si sottolinea la  necessità di vigilare sui lavori di bonifica appena iniziati sui primi due lotti, perchè è importante che vengano eseguiti in modo da assicurare la tutela del territorio circostante in termini di emissioni di biogas e percolato anche durante il post attività dell’impianto, e cioè per i prossimi trenta anni. La proposta è di istituire una commissione consiliare che vigili sui lavori di bonifica

linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb


4 NOVEMBRE

Domenica 8 novembre, a Caccuri, è stata celebrata la giornata delle Forze Armate. La cerimonia è iniziata alle ore 10,00 con il raduno presso il Municipio da dove successivamente i cittadini convenuti, in corteo, con il sindaco, Marianna Caligiuri, il comandante della Stazione dei Carabinieri, Salvatore Merandi, accompagnati dalle note della Banda  musicale “Zeus”, hanno raggiunto Largo Ambrosio. Qui, dopo la benedizione di don Girolamo Ronzoni e l’appello dei caduti, eseguito da Orlando Girimonte, il sindaco ha depositato due mazzi di fiori, uno sulla lapide dei Caduti e l’altro su quella di Vincenzo Ambrosio. Poi, seguendo il programma, la sfilata ha raggiunto Via Adua dove è stato ripetuto il rito cerimoniale in onore del carabiniere G. Dardani, medaglia d’argento al valore militare. In Piazza Annunziata, rimessa a nuovo dall’Amministrazione comunale, è avvenuta la parte conclusiva della cerimonia. Dopo la Santa Messa in suffragio, celebrata da don Girolamo Ronzoni, il primo cittadino di Caccuri, ha deposto una corona accanto alla lapide dei caduti. Successivamente, dopo l’appello dei caduti richiamati da Orlando Girimonte, il sindaco ha tenuto un breve ma significativo discorso. Con struggenti  richiami del passato, intelligentemente accostati al presente, ha sottolineato l’importanza di quei valori civili necessari per il superamento di ogni difficoltà. Ma è la conclusione del suo discorso che rende omaggio ai caduti in guerra “ …. Ci hanno regalato due cose preziose: la Repubblica e la Costituzione”.

linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb


olivo1.jpg - 58.03 KbAUTUNNO: una stagione speranzosa
 

Uva ed ulive. Vino ed olio. Due alimenti genuini di qualità ottenuti dalla coltivazione tradizionale di due piante in un entroterra che una volta era pascolo e seminativo. Due prodotti che creano occupazione stagionale. Due prodotti che ancora oggi sono determinanti per lo sviluppo economico ponendosi come una concreta risorsa per il bilancio familiare della gente di Santa Rania, nonostante abbiano un mercato che non ripaghi la mole di lavoro impiegata nel corso dell’anno. Tra i due prodotti quello che garantisce un guadagno maggiore è l’uliva che, per questo, da qualche decennio, è diventata la coltivazione principale degli agricoltori santaranesi. E attorno alla coltivazione di questa pianta secolare della Macchia mediterranea sono sorti nella zona tanti frantoi che hanno così  ridotto il periodo di immagazzinamento a vantaggio di una migliore qualità dell’olio. Comprare olio a Santa Rania per essere sicuri di avere scelto un olio di qualità superiore.

 

 linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb

 


SALVATORE ISIDORO OSSERVA...

La mensa scolastica, anche quest’anno, inizierà esattamente come gli altri anni essenzialmente con le medesime modalità.

Nulla da eccepire, da chi come me è stato amministratore e adesso è genitore interessato alla questione.

Allora cosa c’è che non va? Chi ha dispensato illusioni sulla possibilità di poter effettuare la preparazione dei pasti in loco già da quest’anno?

Una piccola testimonianza , per quel che posso, la vorrei dare.

Nonostante tutte le “vicende” della passata amministrazione pochi sanno o fanno finta di non sapere che provammo a lungo a rendere operativa la mensa della scuola materna  di Caccuri. Molte volte, partecipai, visto i miei trascorsi da ispettore sanitario, a sopralluoghi con varie personalità in loco costatando, visto la legislazione sanitaria giustamente rigida in questo settore, la complessità delle opere da eseguire per rendere a norma i locali.

Oggi tutto è enfatizzato ai massimi termini. Non mi scandalizzo assolutamente se la mensa partirà in questo periodo dell’anno perché questo, visto anche i tagli dei contributi degli altri Enti, si può fare alla luce del bilancio comunale.

Certamente qualcuno dell’entourage politico dell’attuale amministrazione ha predicato, fin da giugno, sulla diversa gestione del servizio mensa quale esempio di diversa gestione delle problematiche comunali. Non di certo ex amministratori o crudeli inesistenti oppositori.

Oggi mi sento di dire però che tutto è accettato con serenità e comprensione (come giusto che sia) quando invece sulle medesime problematiche  si scatenavano dibattiti mirati alla demonizzazione di chi amministrava quasi a farne emergere eventuali aspetti di cattiva fede.

Oggi si ascolta e si comprende e ,pur dicendo le stesse cose, molti le digeriscono a seconda del proprio stato d’animo che evidentemente oggi è giustamente diverso e più sereno.

Scriveva così , un anno fa, il prof. Marino sul proprio sito:

 

 “….Un altro pezzo di servizio pubblico è stato tagliato, recentemente, ai cittadini di Caccuri.  Da qualche giorno, infatti, lo scuolabus comunale non effettua più le corse di metà giornata e quelle serali per cui i ragazzi vengono solo accompagnati a scuola al mattino, mentre il compito di riaccompagnarli a casa,  alle 12,30 e alle 16,30,  è demandato ai genitori che dovranno provvedervi direttamente. Ciò provoca notevoli disagi, soprattutto alle famiglie degli alunni che abitano nelle estreme periferie del paese o nelle zone sparse,  dal momento che, nonostante le scuole siano aperte da diverse settimane, non è stata ancora attivata la mensa scolastica…..”

“Cit. Isola Amena 05/10/2008 prof. G. Marino”

 

 Oggi succede la stessa cosa e giustamente, alle dodici e trenta ,andiamo a prendere i bambini a scuola perché manca la corsa. Nulla da eccepire, tranne il fatto che basta un anno per capire e soprattutto spiegare le cose in modo diverso.

 

 

Salvatore Isidoro

Ex Vicesindaco.

 

                                     In relazione al testo " Mensa scolastica"
 
                        SALVATORE ISIDORO OSSERVA...

La mensa scolastica, anche quest’anno, inizierà esattamente come gli altri anni essenzialmente con le medesime modalità.

Nulla da eccepire, da chi come me è stato amministratore e adesso è genitore interessato alla questione.

Allora cosa c’è che non va? Chi ha dispensato illusioni sulla possibilità di poter effettuare la preparazione dei pasti in loco già da quest’anno?

Una piccola testimonianza , per quel che posso, la vorrei dare. Nonostante tutte le “vicende” della passata amministrazione pochi sanno o fanno
finta di non sapere che provammo a lungo a rendere operativa la mensa della scuola materna  di Caccuri.


amministratorimensa.jpg - 74.57 KbMENSA SCOLASTICA
: partirà il 4 novembre

Mercoledì 4 novembre, al rientro delle vacanze del I° novembre, sarà avviata la mensa scolastica nelle scuole di Caccuri. A comunicarlo è stato lo stesso sindaco, Marianna Caligiuri, nel corso della riunione di sabato pomeriggio 31 novembre, organizzata dall’Amministrazione comunale, presso la sala delle riunioni del Collegio Docenti dell’Istituto comprensivo di Caccuri. All’assemblea erano presenti gli Amministratori comunali e i genitori degli stessi alunni. Il primo cittadino di Caccuri ha riferito ai genitori presenti che il servizio mensa scolastica non è stato possibile avviarlo perchè la ditta che è risultata aggiudicataria dell’appalto, l’unica che aveva risposto al bando di gara, non era in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie per gestire il servizio mensa scolastica.  A questo punto l’Amministrazione comunale si è vista obbligata a cercare soluzioni alternative. Per primo ha interpellato le ditte locali che hanno rifiutato perché non attrezzate per espletare il servizio. Poi si è rivolta ad un noto ristorante di San Giovanni in Fiore che si è mostrato disponibile solo che occorreva aumentare il pasto di 1.50, condizione che ha spinto l’Amministrazione a scartare per evitare che le famiglie pagassero un blocchetto 70 euro, il doppio del prezzo attuale. Infine l’Amministrazione comunale ha contattato la ditta Montesano che ha accettato. In merito il sindaco ha comunicato che la ditta Montesano assicurerà il servizio mensa fino alla fine di dicembre, poi da gennaio si ricercheranno altre soluzioni. Ogni giorno un amministratore pranzerà insieme agli alunni per controllare la qualità e la quantità del pasto. Dal prossimo anno scolastico la preparazione dei pasti avverrà a Caccuri poiché è intenzione di questa Amministrazione realizzare una cucina nei locali della scuola secondaria di I° grado. Quest’anno non è stato possibile sia per il poco tempo a disposizione sia perché il Comune non dispone attualmente della cifra necessaria per realizzare presso l’edificio scolastico, sede dell’Istituto comprensivo, un locale che possa essere adibito a cucina. Chi è stato amministratore, chi fa politica sa che in 3, 4 mesi non è possibile realizzare una struttura che possa consentire di attivare la mensa scolastica a Caccuri. Chi ha pensato questo ha fatto un ragionamento da bambino”. Marianna Caligiuri ha poi invitato i presenti alla collaborazione e a rivolgersi direttamente a lei per qualsiasi problema che riguarda la mensa scolastica. L’organizzazione di questa assemblea è stata un’idea geniale perché oltre ad avere chiarito le tante cose che si dicono senza riflettere, ha tranquillizzato i genitori che hanno trovato nel sindaco saggio, giusto, disponibile, l’alleato di cui fidarsi per essere sicuri che i loro figli avranno un servizio mensa scolastica sotto un totale e continuo controllo.

 


MENSA SCOLASTICA

Mercoledì 4 novembre, al rientro delle vacanze del I° novembre, sarà avviata la mensa scolastica nelle scuole di Caccuri. A comunicarlo è stato lo stesso sindaco, Marianna Caligiuri, nel corso della riunione di sabato pomeriggio 31 novembre, organizzata dall’Amministrazione comunale, presso la sala delle riunioni del Collegio Docenti dell’Istituto comprensivo di Caccuri. All’assemblea erano presenti gli Amministratori comunali e i genitori degli stessi alunni.





NE' APPLAUSI NE' FISCHI

Da giugno scorso ad oggi sono trascorsi oltre quattro mesi. Più di 120 giorni a disposizione per dare inizio a quel cambiamento di rotta invocato dal popolo e promesso in campagna elettorale da entrambi le compagini candidate alla guida del paese. Una inversione di tendenza che sembrerebbe non trovi riscontro nel piano degli interventi finora attuati dalla Giunta Marianna Caligiuri. Sembrerebbe, già, perché cambiamenti se ne sono visti tanti. Non si sa, però, se sono quelli che tutti si aspettavano. Il ripristino della funzionalità dell’impianto di illuminazione della Villa comunale,  lo spostamento di qualche ufficio per facilitare le persone anziane che fanno fatica a salire le scale, la tinteggiatura delle parete interne del Municipio, l’eliminazione delle buche presenti lungo il manto stradale delle vie interpoderali e soprattutto avere assicurato durante l’estate il sevizio idrico. Un elenco che sembra contenere poche cose e soprattutto sembrerebbe di facile attuazione. Però nell’esprimere qualsiasi giudizio bisognerebbe non perdere di vista il fatto che la Giunta  Caligiuri è solo all’inizio del suo mandato amministrativo. E soprattutto occorrerebbe ricordare che l’attuale Amministrazione comunale ha eredito dalla Giunta Rugiero solo problemi da risolvere. E con un simile fardello sulle spalle è sicuramente difficile tenere un’andatura spigliata. Una situazione che potremmo configurare con l’espressione né luci né ombre, né applausi né fischi. Eppure, nonostante i tanti problemi noti a tutti, ci sentiamo fiduciosi e sicuri che questa Giunta ci incamminerà in un futuro senza ombre e senza fischi.

 


                        

NE' LUCI NE' OMBRE
  
Da giugno scorso ad oggi sono trascorsi oltre quattro mesi. Più di 120 giorni a disposizione per dare inizio a quel cambiamento di rotta invocato dal popolo e promesso in campagna elettorale da entrambi le compagini candidate alla guida del paese. Una inversione di tendenza che sembrerebbe non trovi riscontro nel piano degli interventi finora attuati dalla Giunta Marianna Caligiuri.



linea_luminosa_azzurra.gif - 10.91 Kb

Chi

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

Visite

Visite agli articoli
504160

Località

Piatti tipici

Tradizioni

Copyright © 2019 santarania. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information