LA GIUNTA COMUNALE 
 

 Marianna CALIGIURI -
Sindaco-delega Lavori pubblici

 

 antonioricchizziellu.jpg - 75.40 Kb 

  Maria Giovannina Loria
Vice sindaco - delega Sviluppo
e promozione dell'artigianato
locale

 Antonio Loria - Assessore
programmazione economica e finanziaria

aragonateodoro.jpg - 69.46 Kb assessoregioele.jpg - 90.39 Kb 

  Teodoro Aragona - Assessore 
bilancio

 Gioele Noce - Assessore
Edilizia e urbanistica

 E' NATA LA GIUNTA CALIGIURI


In una atmosfera festosa, martedì pomeriggio, si è svolta la prima riunione del nuovo Consiglio comunale. La sala consiliare era stracolma, molti cittadini sono stati costretti a seguire l’andamento del Consiglio dall’esterno. L’entrata del sindaco, Marianna Caligiuri e di tutti i consiglieri, è stata accompagnata da un caloroso e forte applauso. Un gesto, spontaneo di stima e fiducia, manifestato a testimonianza della volontà di cambiamento richiesto dalla stramaggioranza dei caccuresi.  Un messaggio condiviso che il neo sindaco fa suo dando via, da questo primo Consiglio, a quel processo di cambiamento necessario per la ripresa economica e sociale del paese. E perché tutto questo possa accadere, in tempo ragionevolmente possibile, il primo cittadino di Caccuri, oltre alla Giunta, nella gestione amministrativa del paese coinvolge anche i consiglieri. Una novità assoluta che fa guardare al futuro con ottimismo e volontà di fare. E quindi, dopo l’approvazione del primo e secondo punto che riguardavano rispettivamente la convalida del sindaco e dei consiglieri eletti nella consultazione elettorale del 6 e 7 giugno 2009 ed eventuali surroghi e il giuramento del sindaco eletto nella consultazione elettorale del 6 e 7 giugno 2009, Marianna Caligiuri, sindaco di Caccuri, dà lettura della composizione della Giunta, formata da Maria Giovannina Loria, vice sindaco, con delega allo sviluppo e promozione dell’artigianato locale, Gioele Noce con delega all’edilizia ed urbanistica, Antonio Loria con delega alla finanza, programmazione economica e finanziaria, Teodoro Aragona con delega al bilancio. Poi comunicava gli incarichi istruttori conferiti ai consiglieri comunali così distribuiti Anna Napoli pubblica istruzione, Raffaele Lacava, sport, politiche giovanili e innovazioni tecnologiche, Vito Salerno, verde pubblico e protezione civile, Ilario Piccolo, politiche della cooperazione e rapporti con i responsabili di servizio. E infine dichiarava che è sua intenzione istituire l’Ufficio di staff del sindaco. Successivamente è stata nominata, attraverso votazione secreta, la commissione elettorale che in base ai voti riportati risulta essere composta da Raffaele Lacava e Vito Salerno effettivi, Anna Napoli e Antonio Loria supplenti, per la maggioranza e Vincenzo Raimondo, effettivo e Daniela Loria, supplente per la minoranza. Capigruppo sono stati nominati per la maggioranza Ilario Piccolo e per la minoranza Nicola di Gioia. Rappresentante del comune di Caccuri alla Comunità Montana Alto Crotonese è stato nominato Ilario Piccolo. A conclusione del Consiglio il sindaco ha ringraziato i consiglieri e i cittadini presenti per la collaborazione dimostrata nella ristrutturazione dei locali del Municipio e della Villa comunale. Nicola Di Gioia, dopo un breve ringraziamento, ha affermato che il gruppo di minoranza oltre a proporsi come garante degli atti amministrativi farà una opposizione propositiva e di collaborazione per l’interesse del paese.

IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE 

 In una atmosfera festosa, martedì pomeriggio, si è svolta la prima riunione del nuovo Consiglio comunale. La sala consiliare era stracolma, molti cittadini sono stati costretti a seguire l’andamento del Consiglio dall’esterno. L’entrata del sindaco, Marianna Caligiuri e di tutti i consiglieri, è stata accompagnata da un caloroso e forte applauso. Un gesto, spontaneo di stima e fiducia, manifestato a testimonianza della volontà di cambiamento richiesto dalla stramaggioranza dei caccuresi. 
Un messaggio condiviso che il neo sindaco fa suo dando via, da questo primo Consiglio, a quel processo di cambiamento necessario per la ripresa economica e sociale del paese.
   

caligiurimarianna.jpg - 93.67 Kb

 

 

 

 













DETTO e FATTO 

 Chi si reca, in questi giorni, in Comune avrà una piacevole sorpresa. Un esercito di volontari, muniti di pennelli, barattoli di vernice, scope, strofinacci e di altri strumenti, lavora per abbellire l’interno e l’esterno del Municipio. Un cantiere che Marianna Caligiuri è riuscita ad aprire, a costo zero, per dare alla Casa di tutti quello stato di splendore assai impregnato di profumo di pulito che la rende immensamente più accogliente. A Marianna Caligini, sindaco di Cancuri, va dato il merito non solo per i lavori, ancora in fase di esecuzione, (questo poteva farlo chiunque), ma soprattutto per essere riuscita ad avere, per la realizzazione di questa sua idea, la collaborazione di tantissimi. Imprenditori, ditte, falegnami, cittadini comuni hanno voluto liberamente aderire all’invito del nuovo primo cittadino per apportare cambiamenti all’insegna della funzionalità dell’ordine e di una maggiore igiene. Caccuri ha finalmente un sindaco con carisma, Marianna Caligiuri ha tutti i connotati di un leader, di quel leader di cui Caccuri ha bisogno. I principali cambiamenti in cantiere sono lo spostamento del protocollo al primo piano e quello dell’Ufficio della Polizia Municipale al pianterreno. Poi l’Ufficio del sindaco con una mobilia nuova, offerta dai fratelli Cavallaro, è stato pitturato e la scrivania è stata posta in un angolo della stanza in cui è sempre stato il divano con le poltrone. In questa posizione il cittadino che entra ha di fronte il sindaco. Sono stati anche verniciati sia gli altri Uffici sia la sala del Consiglio comunale. Grandioso è anche il lavoro eseguito nella Villa comunale. Aiuole, palme ed altre piantine sono state sistemate, dopo avere effettuato una accurata pulizia della superficie prestabilita. Detto e fatto. Il sindaco non ha perso tempo. E’ un segnale positivo, incoraggiante che sprigiona profumo di pulito e di ottimismo

 

IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE



 Per effetto dei risultati ottenuti il 6 e 7 giugno 2009, il nuovo Consiglio comunale è così composto: 
 

Sindaco: Marianna Caligiuri 

 

CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA ( elencati in ordine al numero delle preferenze ottenute)

 

1.    Maria Giovanna LORIA


2.    Ilario PICCOLO


3.    Gioele NOCE


4.    Antonio LORIA


5.    Teodoro ARAGONA


6.    Anna NAPOLI


7.    Raffaele LACAVA


8.    Vito SALERNO 


CONSIGLIERI DI MINORANZA 

 

1.    Nicola DI GIOIA


2.    Luigi SILLETTA


3.    Daniela LORIA


4.    Vincenzo RAIMONDO  

RISULTATI DELLA VOTAZIONE 

 

A spoglio ultimato si sono raggiunti i seguenti risultati:


Lista “ Nuovi Orizzonti”: voti 895


Lista “ Alternativa per Caccuri”: voti 348


Schede bianche 15


Schede nulle 16 

 

Totale complessivo: voti 1274

 

 

Votanti:  

 

 

Maschi 626 - Femmine 648

IL TRIONFO DELLE DONNE  

nuovosindaco3.jpg - 3.72 MbI caccuresi  hanno scelto. E l’hanno fatto in modo chiaro e netto. Alla guida del paese per i prossimi cinque anni hanno delegato Marianna Caligiuri che ha stravinto le elezioni riportando un divario di 547 voti nei confronti dell’altro candidato, Nicola Di Gioia che ha ottenuto 348 voti. Una vittoria schiacciante che costituisce un dato storico: in nessuna altra elezione comunale si è mai verificato un distacco così notevole di voti. Gli elettori hanno premiato il neo giovane sindaco per la puntualità, l’impegno e l’accurata attenzione riservata ai veri problemi della gente e anche per avere  sempre assolto, nella amministrazione uscente, il ruolo di capogruppo di minoranza con esemplare professionalità. E la dimostrazione di questo sincero rapporto di fiducia e di stima è avvenuta con una esplosione di gioia subito dopo che il presidente di seggio della seconda sezione ha pronunciato il voto necessario per la matematica vittoria. Un boato di gioia che è aumentato quando Marianna Caligiuri e Nicola Di Gioia si sono abbracciati in modo sincero e spontaneo. E a questo gesto va dato particolare significato, un segnale di distensione e di collaborazione che mai come in questo periodo è necessario per riportare Caccuri tra i comuni della provincia di Crotone più considerati. Sicuramente in un clima sereno e di fattiva collaborazione non solo è più facile affrontare i numerosi problemi che affliggono i caccuresi ma è possibile ridurre anche i tempi richiesti per pervenire alla soluzione. Intanto dalla lettura dei risultati di questa tornata elettorale emergono alcuni dati che assumano valore storico. Per la prima volta nella storia amministrativa di Caccuri il sindaco del paese è una donna. Così come, per gli accordi presi, sarà una donna il futuro vicesindaco. Un altro dato eccezionale è dovuto alla presenza delle donne nel Consiglio comunale che sono quattro di cui una di minoranza. E pertanto sulla base dei numeri rilevati possiamo dire che a trionfare in questa tornata elettorale sono state le donne. Un ulteriore particolare è rappresentato dalla presenza di tre consiglieri di Santa Rania, di cui uno di minoranza. L’identica situazione è avvenuta circa trenta anni fa quando i consiglieri Salvatore Isidoro, Antonio Loria per la maggioranza  e Francesco Silletta per la minoranza hanno rappresentato nel Consiglio comunale la frazione. I primi due poi sono stati riconfermati anche per i successivi cinque anni mentre Francesco Silletta è stato sostituito da Salvatore Loria. Martedì pomeriggio nella sala consiliare, affollatissima, il sindaco uscente ha consegnato a Marianna Caligiuri la fascia e le chiavi del comune. La cerimonia è proseguita con un copioso rinfresco. A Marianna Caligiuri e ai suoi consiglieri i nostri più sinceri auguri di buon lavoro.  

INTITOLATO UN LARGO NEL RIONE MERGOLI
A FRANCESCO LORIA DECEDUTO NELLA SCIAGURA DI MONONGAH

Nel pomeriggio di martedì 2 giugno, dando esecuzione al deliberato della seduta del Consiglio comunale del dicembre 2007, il sindaco Arcangelo Rugiero, ha intitolato , con una targa collocata al muro della casa natale, nel rione Mergoli un largo a Francesco Loria, giovane caccurese deceduto tragicamente nella sciagura mineraria di Monongah, il 6 dicembre del 1907. Alla cerimonia commemorativa, oltre ai due candidati a sindaco Marianna Caligiuri e Nicola Di Gioia, hanno preso parte anche numerosi cittadini. La celebrazione è stata aperta dal sindaco che ha ricordato sommariamente quello che è successo il 6 dicembre del 1907  a Monongah, cittadina del West Virginia dove il giovane caccurese lavorava nella miniera di carbone. Ha anche elencato alcune iniziative organizzate in occasione del centenario e ha riportato l’espressione formulata dall’allora ministro del lavoro Cesare Damiano Le commemorazioni , oltre che essere doverose, ci aiutano a non dimenticare, perchè un popolo che dimentica tragedie come queste è un popolo che non ha futuro”. Ha ringraziato Peppino Marino per avergli segnalato la casa dove è nato il giovane caccurese che agli inizi del novecento è partito da Caccuri alla volta dell’America in cerca di lavoro e di fortuna; Letizia Spatafora, proprietaria della casa per avere permesso di collocare la targa al muro della casa stessa e il presidente dell’associazione Emigrati di San Giovanni in Fiore per il materiale dato. A termine del suo discorso il sindaco ha poi scoperto la targa che è stata successivamente benedetta da don Girolamo Ronzoni.

 

 

 

QUANTE OPERE!!!

Da qualche giorno un grande manifesto, a firma Arcangelo Rugiero, sindaco di Caccuri, è stato affisso ai muri dei luoghi più frequentati dai caccuresi. Il manifesto elenca una serie di opere per un ammontare di 4 milioni e 276 mila euro. Un operato esemplare. Cifre che nessun altro sindaco in un solo mandato ha mai contabilizzato. Come ha fatto! Eppure la sua è stata la amministrazione più “agitata”. Non è forse vero che in cinque anni ha avuto 3 vicesindaci ( Loria, Isidoro, Guzzo). Non è forse vero che la Giunta comunale è stata caratterizzata da un continuo avvicendamento di assessori ( Calfa, Loria Francesco, Marasco, Isidoro, Mirandi, Loria Salvatore, Guzzo e Pisano). Allora con tutti questi problemi di stabilità politica, come ha fatto a portare a Caccuri tanti finanziamenti? E perché alla luce di questi brillanti risultati non ha riproposto la sua candidatura a sindaco? Di solito chi semina raccoglie

Chi

Abbiamo 7 visitatori e nessun utente online

Visite

Visite agli articoli
474315

Località

Piatti tipici

Tradizioni

Copyright © 2018 santarania. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information