Informazioni sul territorio del comune di Caccuri

NON ERA MAI SUCCESSO...
Il problema dei depuratori di Caccuri è un mistero. Non si capisce, in effetti, di chi sia la colpa se essi non funzionano. Due, comunque, ciascuno per le proprie competenze, sono, i diretti responsabili: Amministrazione comunale e Soakro. E la cosa che fa ancora più rabbia è che sono fermi per il mancato pagamento dell’energia elettrica e non perché sono guasti. E sinceramente è in ammissibile che un servizio pubblico pagato dai cittadini possa cadere in un simile stato di abbandono senza manutenzione e sorveglianza. L’Enel non sospende l’erogazione dell’energia elettrica senza preavviso per cui qualcuno era a conoscenza di questo rilevante provvedimento. Probabilmente solo dopo l’intervento del gruppo di Minoranza in Consiglio comunale prima e con una interrogazione scritta dopo sono state avviate delle ricerche in merito per conoscere realmente la situazione e tentare eventuali soluzioni.

DEPURATORI FERMI:NON SI PAGA LA BOLLETTA ELETTTRICA

Lo scorso 5 agosto i consiglieri comunali di minoranza Pasquale Loria e Nino Sandro Falbo hanno presentato al sindaco di Caccuri, Marianna Caligiuri un’interrogazione scritta per conoscere lo stato di funzionamento dei depuratori comunali. Nell’interrogazione si legge: “Egr. sig. Sindaco, il gruppo di minoranza Patto per Caccuri, chiede alla Sua persona, notizie in merito al funzionamento di alcuni depuratori comunali. Le abbiamo già inviato una richiesta di documentazione il 23/7c.a acquisita con protocollo dell’Ente n°1794, alla quale Lei non ha dato seguito, pertanto richiediamo notizie dettagliate in merito alla situazione degli stessi”. Il problema sollevato dai due consiglieri comunali è di capitale importanza. Va affrontato con immediatezza, senza temporeggiare, perché c’è il rischio di un inquinamento ambientale. Nella seconda parte dell’interrogazione i consiglieri di minoranza oltre a lasciare capire i motivi per cui questi depuratori non funzionano fanno notare anche il problema dell’inquinamento. Infatti, si legge: “Le comunico che con un accesso ai siti, almeno tre dei depuratori risulterebbero privi di energia elettrica, pertanto dobbiamo supporre che i liquami della fogna prendono “altre vie” Sono affermazioni dedotte da un loro sopralluogo effettuato ai siti, in sostanza, hanno visto personalmente che i depuratori non sono funzionanti. Gli impianti di depurazione sono inattivi non perché sono guasti ma a causa dell’interruzione della fornitura della corrente elettrica dovuta al mancato pagamento della bolletta elettrica. E su questo adempimento sembra sia scaturito una sorta di dilemma: Comune o Soakro chi dei due Enti avrebbe dovuto pagare la bolletta elettrica? C’è d’augurarsi, per il bene di tutti, che si stabilisca subito a chi compete il pagamento della bolletta elettrica. Noi ci siamo recati presso il depuratore sito in Santa Rania sottana e abbiamo potuto costatare che è spento e che i liquami sono stati versati nel burrone denominato “ u vallune e ru savellise” che sfocia nella fiumare di Calusia. In ogni modo la riconnessione della fogna al depuratore è una priorità, non solo per riportare al trattamento le acque reflue, ma anche per evitare che il protrarsi dello stato di “non alimentazione” dei fanghi attivi del depuratore possa pregiudicarne l’efficienza nella funzionalità in quanto, se dovesse verificarsi tale evenienza, ripristinare le condizioni di normalità richiederebbe tempi piuttosto lunghi. Intanto il sindaco Marianna Caligiuri dovrebbe attivarsi presso gli organi competenti per far valere un principio molto chiaro: se il depuratore non funziona i cittadini non sono tenuti a pagare la depurazione contenuta nella bolletta dell’acqua.

Chi

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online

Visite

Visite agli articoli
504163

Località

Piatti tipici

Tradizioni

Copyright © 2019 santarania. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information