STRADA A TUTTI GLI USI
Sono veramente tante le insidie che minacciano l’incolumità degli automobilisti che transitano la strada provinciale n. 32. Oltre alle solite buche nel cuore della curva in località Caria, ora sono anche le voragini, causate dalla pioggia, lungo i margini della carreggiata ad essere un vero e proprio incubo per chi la percorre. Una strada che si trova in uno stato di abbandono sempre più preoccupante per l’assoluta mancanza di attenzione da parte degli Enti preposti alla manutenzione ordinaria e straordinaria. La frana, in località “Ziferelli “ composta di massi di diversa grandezza, ha invaso la cunetta da più settimane e ancora nessuno ha provveduto a rimuovere i sassi. Poco distante, sempre nella stessa località, sabbia e detriti vari, trasportasti dall’acqua piovana, sono finiti sulla carreggiata creando difficoltà agli utenti. A pochi metri dalla Chiesa di S. Pio, a Santa Rania, sul margine sinistro della strada, venendo da Caccuri, la pioggia ha scavato in due punti del ciglio stradale creando due grosse e pericolose voragini. Un altro pericolo si trova in località “ Forestella” a pochi metri dal bivio per Cotronei. Anche questo è stato determinato dall’acqua piovana che ha prodotto un cedimento del terreno creando un vuoto sotto il manto stradale. Poi a rendere ancora più appariscente l’abbandono di questa strada provinciale sono le discariche abusive. In più punti, lungo il margine, sono stati depositati materiali di vario genere, gomme, plastica, eternit, vetro. Ora, da qualche mese, anche i cavi della linea telefonica giacciono per terra lungo il ciglio stradale. Una strada senza controllo con mille insidie usata anche come pattumiera da chi si sbarazza dei propri ingombranti nel modo più incivile. Servizio fotografico

Se ti è piaciuto questo articolo condividi
error1
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.